ortopolis | BANDO OVERLINE

Ortopolis | arti in rete si pone come tentativo di ri-definizione creativa del contesto territoriale, attraverso un'idea di ri-connessione culturale tra tutte le parti di un'intero territorio, per eliminare separazioni-confini e trovare nuovi significati di sviluppo che non siano quelli predominati della cancellazione della memoria.

Ortopolis | arti in rete lancia il bando di residenza chiamato


per proporre residenze d'artista che diano vita a progetti partecipativi e formativi che si snodano durante l'arco dell'anno, rapportandosi con il territorio.

Overline è inclusivo e trasversale, poiché abbraccia diversi ambiti artistici, dalle arti visive alla danza e alla musica. E' centrato sulla mobilità degli artisti e sullo scambio di esperienze tra artisti e collettività.

La sua azione è direttamente connessa allo spazio monumentale della chiesa di Santa Maria Maddalena a Pesaro, luogo di condivisione di esperienze del processo creativo, e al suo quartiere, con il quale si relaziona in modo costruttivo.

Candidati Selezionati

Danila Gambettola | Danza | Interferenza Urbana #2 | 5-13 luglio
Daniela Marcozzi | Teatro | Insitu | 15 luglio - 2 agosto
Lara Martelli | Danza | L'artificio del Paradiso | 3 - 8 agosto
Masako Matsushita | Danza | M.I.R. | 10 - 21 agosto
Giacomo Cardoni | Arti visive | Vangelo secondo voi | 26 agosto - 10 sett
Tommaso Monza e Claudia Rossi Valli | Danza | Mary's Bath | 6 - 18 ott
Mirko Feliziani | Teatro | Sacri Resti | 20 - 31 ottobre
Elena Copelli - A. Tampieri | Teatro | Città dolente perduta gente | 15 - 22 nov
Lara Russo | Danza | Casa&Chiesa | 20 - 28 marzo 2016

Il bando

Con il presente bando si invitano artisti di ogni età e nazionalità, singoli o in gruppo, attivi nelle discipline delle arti visive, della musica, della coreografia, del teatro e della video arte, a presentare progetti per la realizzazione di opere originali site specific all’interno della chiesa di Santa Maria Maddalena.

La chiesa di Santa Maria Maddalena, sita nel cuore storico di Pesaro, adiacente al Conservatorio Statale di Musica Rossini, alla Biblioteca Oliveriana e allo Scalone Vanvitelliano, è una chiesa a pianta circolare il cui disegno fu affidato all’architetto Luigi Vanvitelli nel 1740. Al suo interno sono custodite tre pale di Giannandrea Lazzarini e i bassorilievi in stucco di Giuseppe Mazza. Sconsacrata da decenni e di proprietà del Comune di Pesaro, la chiesa è destinata ad eventi culturali ed è stata concessa in gestione ad Ortopolis_arti in rete.

Le opere e lo spazio ospite

Le opere realizzate nel corso della residenza nella chiesa di Santa Maria Maddalena devono avere la qualità di lavoro site-specific. Saranno esclusi tutti i progetti che riducano lo spazio ad un mero contenitore.

Le opere possono essere restituite sotto forma di mostra, performance e installazione.

Ogni residenza avrà una durata variabile fino ad un massimo di 30 giorni ciascuna, a seconda del progetto, e saranno accettati tanti progetti quanti necessari per coprire l’arco dell’anno.

Ogni progetto deve essere completamente autonomo dal punto di vista della realizzazione delle opere, sia sul piano tecnico che logistico. Il reperimento dei materiali utili è a carico dei candidati.

Durante la sua permanenza nello spazio, l’artista dovrà aprire il proprio cantiere per due giorni a settimana e permettere ai visitatori di assistere al processo creativo.

Ogni artista ospite sarà considerato custode dello spazio per tutto il tempo della sua residenza e sarà tenuto ad usare la massima diligenza per la tutela dello spazio affidatogli, non potrà arrecare danni alla struttura, né agli arredi, alle pale o agli stucchi della chiesa. Dovrà quindi usare ogni precauzione utile per prevenire danni, anche accidentali, e coprire con teli e materiali protettivi le superfici eventualmente a rischio nel caso di utilizzo di vernici, materiali contundenti o altro strumento che possa arrecare danno a cose o persone.

Nello spirito della sostenibilità e previo accordo con Ortopolis, all’artista sarà permesso di organizzare nella chiesa laboratori a pagamento aperti al pubblico.

Le opere rimarranno installate per la restituzione al pubblico per una settimana dopo il completamento del lavoro, dopo di che l’artista sarà tenuto a liberare lo spazio e riconsegnarlo così come lo aveva trovato. L’apertura al pubblico del lavoro nel corso di quella settimana sarà a cura dell’artista.

Ortopolis sarà autorizzata ad interrompere anticipatamente la residenza dell’artista chiedendo lo sgombero immediato di materiali, installazioni o quant’altro, qualora a suo insindacabile giudizio l’azione dell’artista non dovesse più rispettare il progetto artistico presentato per il bando o se, nel corso della residenza, dovessero prodursi fatti giudicati contrari allo spirito dell’ospitalità stessa.

Ortopolis potrà accedere in qualsiasi momento alla struttura. Potrà inoltre documentare con foto e video il processo creativo dell’artista ospite e l’artista sarà tenuto a rilasciare ad Ortopolis le dovute liberatorie per pubblicare cataloghi, video o quant’altro materiale ritenuto utile per la diffusione dei progetti, senza nulla dovere all’artista per l’uso della sua immagine.

Per partecipare

Ogni candidato può presentare un solo progetto.

Le candidature dovranno pervenire tramite il form online.

La candidatura dovrà essere corredata di:

a. le proprie generalità;
b. curriculum (max. 800 battute);
c. foto in formato JPG e/o link a video di opere già realizzate;
d. descrizione sintetica del progetto da realizzare (max. 400 battute);
e. descrizione dettagliata del progetto (max. 2.000 battute) che indichi le modalità di realizzazione, la tempistica e la promozione del progetto;
f. qualsiasi ulteriore informazione ritenuta utile.

Le candidature dovranno pervenire entro e non oltre il 31 marzo 2015.

Le candidature che avranno rispettato i termini e le condizioni del bando saranno vagliate da una Commissione che selezionerà, a suo insindacabile giudizio, i progetti più interessanti, tenendo conto della loro:

- adeguatezza allo spazio ospite;
- coerenza con la tematica del bando;
- costruzione e promozione dell'evento;
- costruzione della componente curatoriale.

I candidati selezionati saranno contattati da Ortopolis entro il 30 aprile 2015 e avranno 10 giorni di tempo per confermare la propria partecipazione, dopo di che la loro candidatura si riterrà decaduta.

Promozione dei progetti selezionati

Ortopolis si adopererà per dare adeguata pubblicità ai progetti selezionati attraverso Internet (social network, siti, newsletter, portali tematici, ecc.) ed altri mezzi di comunicazione ritenuti opportuni.

L’artista dovrà a sua volta attivarsi per promuovere il progetto, solo concordando preventivamente con Ortopolis il piano della comunicazione da realizzare.

All’artista sarà chiesta la massima collaborazione e disponibilità per la realizzazione di interviste, riprese video / foto e quant’altro necessario ai fini della promozione del progetto.

Informazioni e contatti

Il presente bando è disponibile cliccando qui.
Per informazioni scrivere a: bando@ortopolis.it